Aperte le iscrizioni per Castelvetro di Modena e Latronico info@comunivirtuosi.org

L’accoglienza possibile

mani

 

L’estate 2015 sarà ricordata, oltre che per il grande caldo, per l’emergenza profughi che, stando ad alcune prese di posizione, starebbero invadendo il nostro Paese. Noi vi accompagneremo, senza inutili polemiche, in un’Italia diversa. Dove sindaci e comunità hanno tentato, riuscendoci, di trasformare l’emergenza in un’opportunità. Seguendo la linea tracciata da alcune, fondamentali, parole: condivisione, trasparenza, sostenibilità.

 

La prossima edizione della “Scuola di Altra amministrazione” (www.altramministrazione.it) approfondirà il tema dell’accoglienza e dell’integrazione, partendo da alcune esperienze concrete di enti locali che, negli anni, non senza difficoltà, sono riusciti a mettere in piedi progetti concreti e condivisi.

 

L’appuntamento è per giovedì 24 settembre a Ravenna, nell’ambito del festival dell’informazione “Il grido della farfalla” (http://gruppodellozuccherificio.org), promosso dal “Gruppo dello zuccherificio”.

 

Racconteremo l’esperienza del Comune di Latronico (PZ), con il progetto SPRAR per l’accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati. Presenteremo l’iniziativa di Malegno (BS), piccolo comune in Valcamonica, dove a una gestione folle di migranti stipati in un hotel sperduto di montagna è seguita un’integrazione diffusa e condivisa nei comuni del territorio. Illustreremo il percorso ormai ventennale della comunità di Novellara (RE), che sull’integrazione ha fondato un chiaro progetto politico. Quest’ultime due iniziative sono state oggetto di una recente pubblicazione nella collana EMI-COMUNI VIRTUOSI “L’Italia migliora – Piccole guide per rifare un Paese” (http://www.emi.it/emisferi/l-italia-migliora).

 

La giornata formativa ha un costo a persona di € 50,00, e comprende un pranzo a km zero offerto dall’organizzazione. Qui il modulo per le iscrizioni on line. Qui il programma della giornata formativa: ProgrammaRavenna15

 

 

 

La scuola in Basilicata

latronico

 

 

A Latronico (PZ), nella splendida cornice delle terme, ci ritroveremo per una prima assoluta della “Scuola di Altra Amministrazione” in Basilicata. Nella regione dove si cerca il petrolio nell’era delle smart city e delle fonti rinnovabili, noi vogliamo raccontare di un’alternativa concreta alle fonti fossili. Fatta di azioni concrete di risparmio energetico (e quindi riduzione degli sprechi e dei consumi) e di autoproduzione di energia da fonti rinnovabili (sole, acqua, vento, geotermia…).

 

Sentiremo di come si costruisce, da zero, il più ampio gruppo di acquisto fotovoltaico intercomunale rivolto ai cittadini grazie al progetto “Pubblichenergie: virtuosi a costo zero”, promosso da una ventina di comuni sparsi su tutto il territorio nazionale.

 

Torneremo ad affrontare il tema dell’energia e del ruolo attivo che possono giocare comuni e comunità, prendendo spunto dal caso di Montechiarugolo (PR) e dal progetto del “La centrale invisibile” che è anche diventato un libro della nostra collana editoriale “L’Italia migliora”.

 

Vi racconteremo cosa sono le E.S.C.O. (Energy Service Company) e il finanziamento tramite terzi, strumenti essenziali oggi per chi nella pubblica amministrazione intende agire per ridurre la propria impronta ecologica ma ha le mani legate dal patto di stabilità e da bilanci sempre più ristretti.

 

Infine, usciremo dalle stanze istituzionali per raccontarvi un esperimento di comunità, con la cooperativa energetica “E’ nostra”, primo caso in Italia (forse in Europa) di cooperativa che fornisce elettricità sostenibile ai propri soci.

 

La giornata formativa ha un costo a persona di € 50,00, e comprende il pranzo a buffet. L’iscrizione è obbligatoria, compilando l’apposito modulo on line: www.altramministrazione.it/modulo-di-iscrizione

 

Qui il programma completo della giornata formativa: Programma Latronico

© copyright Scuola di AltRa Amministrazione tutti i diritti riservati